La Psicologia e lo Psicologo, un aiuto per guarire

Quando è utile la psicologia

L'aiuto di uno psicologo è utile in tutte quelle situazioni in cui è presente un malessere psicologico o esistenziale che la persona non è riuscita ad affrontare e superare da sola o con l'aiuto di familiari e/o amici.

Il malessere o il disagio possono manifestarsi attraverso dei segnali quali: ansia, panico, depressione, paure, idee ricorrenti che disturbano la persona, comportamenti incongrui, agitazione, manie, fobie, sintomi psicosomatici (cefalee, gastriti, coliti, ecc.), rifiuto scolastico, problematiche sessuali.

Per avere una maggiore idea sui disturbi visita la sezione disturbi trattati

I segnali di malessere possono essere anche meno evidenti, ma comunque invalidanti o limitanti la vita personale e di relazione dell'individuo e manifestarsi sotto forma di riduzione dell'autostima e della fiducia in sé.

Oltre alle situazioni di sofferenza e malattia psicologica grave in cui l'intervento di uno specialista è necessario, chiunque, in qualsiasi momento della propria vita, può avere bisogno o desiderio di rivolgersi ad uno psicologo per prendersi cura di se stesso e iniziare un percorso di benessere e cambiamento.

La psicologia e lo psicologo

La Psicologia è la scienza che studia il comportamento umano e che cerca di comprendere ed interpretare i processi mentali, affettivi e relazionali che lo determinano con lo scopo di promuovere il benessere della persona.

 

La Psicologia è un campo di studio che fonda i suoi risultati sulla ricerca scientifica.

Le sue competenze e i suoi strumenti trovano applicazione in tutti contesti della vita quotidiana nei quali ci si occupa del benessere psicologico dell’individuo, del gruppo, della comunità:

  • Fasi del ciclo di vita (infanzia, adolescenza, genitorialità, terza età)
  • Prevenzione e benessere (salute, stili di vita, dipendenze, etc.)
  • Sviluppo ed educazione (scuola, apprendimento, processi di formazione)
  • Lavoro ed organizzazione (selezione, analisi organizzativa, interventi sui gruppi, etc.) e in numerosi altri ambiti come sport, emergenza, etc.

 

Lo Psicologo, che, a differenza dello psichiatra non prescrive farmaci, è quindi il  professionista che si occupa di prevenzione, diagnosi, sostegno psicologico, abilitazione e riabilitazione, utilizzando strumenti conoscitivi quali il colloquio clinico, l’intervista strutturata, i test psicologici e rispettando la dignità, il diritto alla riservatezza, all’autodeterminazione ed all’autonomia di coloro che si avvalgono delle sue prestazioni.

Rivolgersi ad uno psicologo non significa essere “malati” o “matti”. Anzi, prendersi cura del proprio disagio è un modo per tutelare e promuovere la propria salute in un’ottica di prevenzione. Significa interessarsi al proprio benessere psicologico, consapevoli delle sue connessioni con quello fisico.